LA VIOLENZA DEI DIRITTI NEGATI

LA VIOLENZA DEI DIRITTI NEGATI

2 Dicembre 2022 | 1 commento

Stavo rileggendo l’articolo pubblicato su questo blog dal titolo Libertà di spogliarsi, non di essere scritto da alcuni studenti di una classe seconda del Liceo Grassi di Latina, una testimonianza fresca e intelligente che fa emergere la bellezza di questi ragazzi che cercano di non farsi confondere dalla cultura dominante proposta dai media e non solo, e ci propongono una riflessione su cosa sia effettivamente la libertà per una donna e quanto la comunicazione di massa, che veicola un pensiero (tristemente) comune, sia sottilmente e invisibilmente (o neanche troppo invisibilmente) violenta nel proporre la donna come “decorazione”, come accessorio del programma di turno, da ammirare nella sua perfezione (perché guai a non essere perfette).

LIBERTA’ DI SPOGLIARSI, NON DI ESSERE.

LIBERTA’ DI SPOGLIARSI, NON DI ESSERE.

4 Novembre 2022 | 6 commenti

Qualche giorno fa la nostra professoressa di Italiano ci ha proposto il documentario: IL corpo delle donne di Lorella Zanardo, facendoci così riflettere sul ruolo della figura femminile in tv. Ogni giorno, in prima serata, vengono proposti programmi, giochi televisivi, pubblicità dove, troppo spesso, le donne appaiono come semplici corpi la cui unica funzione è quella di richiamare l’attenzione maschile, come se la realtà più profonda del femminile non dovesse assolutamente emergere. Pensiamo, ad esempio, al programma Libero di Teo Mammuccari, andato in onda a partire dal 2000, dove la giovane Flavia Vento veniva pesantemente derisa dal conduttore davanti a milioni di spettatori mentre era  rinchiusa, ogni sera, in una gabbia di plexiglas sotto un tavolino. Di fronte alle numerose critiche della stampa e dell’opinione pubblica il conduttore all’epoca rispose<< Non capisco il perchè di tutte queste polemiche: la ragazza è una scultura vivente e nella gabbia ha anche I buchi per respirare!>>

Rimani aggiornato! iscriviti alla nostra newsletter